Comunità Ebraica di Parma

SinagogaPR

 La prime notizie della presenza di una comunità ebraica a Parma risalgono alla metà del sec. XIV, epoca in cui la città era compresa nel Ducato di Milano. Nella seconda metà del XVI ,a seguito di un decreto di espulsione dalla città che vietava loro la residenza, gli ebrei sono costretti a lasciare il capoluogo per stabilirsi in alcuni piccoli centri del territorio circostante come San Secondo P.se, Soragna, Colorno, Busseto, Borgo San Donnino, Fiorenzuola, Monticelli d’Ongina ed altri che conservano ancora oggi le belle testimonianze di queste comunità attive fino alla seconda metà del secolo scorso. 

Sul finire del XVIII gli ebrei cominciano un rientro graduale e frammentario dalla provincia verso Parma, andando lentamente a ricostituire un nucleo comunitario. Nel corso del XIX secolo la comunità ebraica è particolarmente attiva rispetto agli avvenimenti politici e sociali. Il primo periodico ebraico in Italia, la Rivista Israelitica, viene pubblicato proprio a Parma dal 1845 al 1848.

Dopo l’Unità d’Italia, diversi esponenti ebraici sono tra i fondatori del Comitato di Provvedimento, istituzione filantropica che apre le porte alla Società Mutualistica della Pubblica Assistenza. L’ebreo Giuseppe Melli, oltre che presidente, è anche sostenitore degli Ospizi Civili, Commissario dell’Opera degli Orfani di guerra e presidente della Società di incoraggiamento degli artisti.

Mentre proseguiva l’emancipazione e l’integrazione dell’élite ebraica nella classe dirigente, nel 1865 è formalmente costituita la Libera Società Israelitica di Parma e si dà inizio all’edificazione  della Sinagoga di Vicolo Cervi, inaugurata nel 1866. tra il 1924-25 le comunità di Soragna, Fiorenzuola, Fidenza, Busseto, Monticelli d'Ongina, ormai costituite da pochi membri vengono annesse alla più numerosa Comunità Ebraica di Parma.

Anche a Parma la politica antisemita iniziata nel 1938 con le leggi razziali fasciste ha le sue ripercussioni, fino alle persecuzioni naziste, che provocano deportazioni e vittime, anche di bambini. Dettagliate testimonianze storiche su queste tragiche vicende si trovano documentate nella Sala della Shoah del Museo Ebraico di Soragna.

Attualmente la Comunità Ebraica di Parma, che è territorialmente competente per le provincie di  Parma e Piacenza, fa parte delle 21 comunità che costituiscono l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane riconosciute dallo Stato con l’Intesa del 1987 e s.m.i.

 

 

 

Contatti:

Comunità Ebraica di Parma
Vicolo Cervi 4
43121 Parma
C.F. 80 00 12 50 341

Tel. +39 0521 200243
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.moked.it/parmaebraica